• Licia Cappato

Il grande (e sconosciuto)potere della mente…creatrice o distruttrice


Una delle cose che ci distingue come Esseri Umani dall'animale è la presenza della mente, colei che ci permette di godere del libero arbitrio.

Ma che cos'è?


La mente non è un organo fisico che si può vedere, non è il cervello che può venire anche studiato al microscopio; piuttosto la si può vedere su un piano energetico/vibrazionale, parlando di “corpo mentale”.

È un organo non-fisico molto potente, nella società dei nostri tempi, ove siamo allenati fin da bambini solo al ragionamento a scapito del sentire, ha preso grande potere, tanto che può portare una persona anche allo sfinimento delle sue energie fisiche.

È “quell'organo” che produce i nostri pensieri, il continuo ronzio che spesso si desidererebbe spegnere per avere un poco di silenzio.

In che modo consuma energia?

I pensieri si susseguono ininterrottamente autoalimentandosi in successione, il più delle volte con una connotazione negativa, perché la mente avrebbe la funzione di proteggerci dai pericoli; purtroppo però ha preso il sopravvento.

Se non ne diventiamo consapevoli e riprendiamo in mano le redini, rischiamo di passare la maggior parte della nostra giornata e quindi della nostra vita in balia di energie di ansia e paura che hanno gran poco in comune con il ben-Essere.

Il continuo pensare consuma parecchie energie, talvolta più di una corsa o una salita ad una montagna, è maggiore di un lavoro fisico.

Ci hanno insegnato ad allenare il corpo con ginnastiche di vario tipo ma nessuno ci ha insegnato ad allenare la mente al positivo e al silenzio, chi ne è consapevole ne è venuto a conoscenza frequentando o ricercando in altre culture piuttosto lontane dalla nostra.

In realtà la mente va allenata quanto il corpo fisico, perché è ancora più potente di quest'ultimo.

La prima cosa da tener sempre presente è che l'uno è interconnesso con l'altra, questo significa che entrambi si influenzano a vicenda.

Cosa significa e in che modo?

Agendo sul corpo si innescano una serie di neurotrasmettitori, sostanze bio-chimiche, che influenzano il nostro entusiasmo e gioia di vivere; sia attraverso il movimento ma anche attraverso i sensi. Viceversa nutrendo la mente con pensieri positivi, ma anche con belle immagini o ricordi che ci hanno fatto star bene, andiamo anche qui ad agire sulla produzione degli stessi neurotrasmettitori definiti del ben-Essere.

Ma per poter fare questo occorre essere consapevoli della nostra mente e quindi allenarla a questo stato positivo, altrimenti fa il contrario come ha fatto fino ad ora, fino a portare ad ammalarci abbassandone le difese immunitarie per lo sfinimento energetico.

Se poi guardiamo l'altro potere che ha la mente è di creare, di attirare ciò che pensa/immagina direi che è assai fondamentale per il benessere personale prenderne in mano la situazione.

Ciò che ho appena affermato è dimostrato anche dalla fisica quantistica non è fantascienza, la quale afferma che chi osserva l'esperimento può farne variare il risultato, sulla base dei propri pensieri.

Soprattutto poi se il pensiero è continuo, quasi ossessivo, la manifestazione è ancora più veloce.

Leggendo questo magari aumenta l'ansia per chi è continuamente imbrigliato in pensieri autosabotanti e dettati dalla paura, è comprensibile, ma il lato positivo è che sta nelle mani di ognuno anche la soluzione, semplicemente decidendo che direzione dare ai propri pensieri e da lì alle proprie vite.

Quando si dice che ognuno è artefice della propria vita, è proprio questo che s'intende … l'Essere Umano gode del libero arbitrio, la possibilità di fare scelte e le opportunità di scelta si vengono a creare da un pensiero iniziale.

Quindi possiamo avere una mente distruttrice o creatrice di ben-Essere e se ci pensiamo è un potere enorme nelle mani di ognuno.

Però non dobbiamo scordare che ancora più importante è allenarla al silenzio, l'unico modo per ricaricare energie e avere maggior capacità poi di direzionarla dove decidiamo noi.

Con la stanchezza non si va da nessuna parte, al contrario porta a vedere tutto negativo.

Come si fa ad allenare la mente al silenzio?

Con la meditazione, lo strumento più potente in assoluto, ci vuole pazienza ma anche solo il provarci dà i suoi benefici.

Non è una cosa che s'impara dall'oggi al domani premendo un interruttore, ma non è nemmeno così complicato cominciare ad allenarsi; ci sono tante tecniche che si trovano in molti libri o sul web, poi ognuno trova la propria.

Nel nostro studio Olis a Borgo Valsugana viene dedicato tempo anche a questo durante i trattamenti olistici, perché è fondamentale per poter avere ben-Essere nella propria vita, salute in primis, conoscere i meccanismi della mente e saper come indirizzarla a lavorare a nostro favore e non a nostro svantaggio come per la maggior parte avviene.

Conoscenza e volontà sono le chiavi del successo per la vera libertà, ed è possibile per tutti.

Auguro un sereno novembre a tutti..

Licia Cappato

590 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti