Cerca
  • Licia Cappato

Il femminile e il maschile che è in noi

Aggiornato il: 8 lug 2019

Quando si parla di femminile e di maschile si fa usualmente riferimento all'essere donna o uomo, in realtà ognuno di noi porta in sé sia l'una che l'altro.





Quando si parla di femminile e di maschile si fa usualmente riferimento all'essere donna o uomo, in realtà ognuno di noi porta in sé sia l'una che l'altro.

La cultura orientale ha sempre parlato di ying e yang rappresentati dal conosciuto tao, la cultura indiana con Shiva e Shakti, la nostra purtroppo ha “tralasciato” di trasmettere questa parte importante che ci avrebbe aiutato a conoscerci più in profondità.

A dirla tutta anche la nostra cultura vantava una conoscenza altrettanto ricca e antica che metteva in risalto tutto ciò e la onorava, ma con il sopravvento dell'istituzione della Chiesa con i suoi vari concili fatti nei secoli passati, tutto è stato distrutto: tutto ciò che poteva portarci ad una profonda conoscenza di noi stessi o ad una correlazione con il sesso è stato cancellato o reso tabù, ciò che avrebbe elevato il femminile è stato “bruciato”, non possiamo dimenticare la caccia alle streghe che ha visto al rogo 9 milioni di donne, solo perché ritenute pericolose per la conoscenza che portavano della Natura o perché ritenute brutte per i canoni di bellezza del tempo e quindi demoniache; insomma una grande e importante fetta di conoscenza è stata volutamente rasa al suolo.

Sulla base di queste pesanti ceneri, omesse anche sui libri di storia, ora è arrivato il momento di riportare alla luce ciò che è Divino e Naturale: la vera conoscenza e con essa la comprensione della nostra parte femminile e maschile.

Quando si parla di quest'ultimi non è solo in riferimento alla sessualità, comunque importante e sacra, ma alle caratteristiche che portano l'una e l'altro.

Partiamo dalla conformazione del nostro cervello dove l'emisfero destro comanda la parte sinistra del corpo ed è quello che possiamo definire femminile: dove risiede l'intuito, la creatività, l'empatia, la sensibilità, l'amore per il bello, l'arte, la spiritualità, ecc...; l'emisfero sinistro che comanda la parte destra del corpo è quella maschile: da qui la capacità di azione, di prendere decisioni, di ragionamento, di paragone, di saper arrivare agli obiettivi, capacità di lotta, ecc...

Mentre la maschile è legata alla razionalità, la femminile alla creatività.

Entrambe sono presenti in noi, in alcuni più sviluppata l'una in altri l'altra ma con questo non si va a definire la nostra sessualità o il nostro essere uomo o donna, che si tratta di ben altro.

Il nostro benessere è dato dall'equilibrio di entrambe: l'una da concretezza e l'altra il valore e bellezza della vita; l'una non è più importante dell'altra ma entrambe sono fondamentali per vivere la vita con pienezza.

Talvolta le esperienze di vita vissute, gli esempi che abbiamo respirato fin da bambini dagli adulti accanto a noi, i condizionamenti sociali e religiosi hanno influito sull'iper sviluppo della maschile sulla femminile o viceversa, creandoci dei malesseri: chi non riesce a raggiungere gli obiettivi che si prefigge e quindi ad essere concreto, chi soffre eccessivamente perché si fa carico dei malesseri degli altri, chi non riesce a vivere anche la leggerezza della vita e sente solo il carico sulle spalle, ecc...

Se si vuole trovare rimedio è possibile intervenendo su più piani: occorre agire con un lavoro sul corpo tramite esercizi o massaggi specifici, sulla mente tramite la meditazione, e anche con l'alimentazione che va ad incidere su questi due aspetti, perché ci sono alimenti caratterizzati da un'energia maschile ed altri femminile.

La bellezza sta nel comprendere che niente è a caso e che tutto punta all'equilibrio, occorre “solamente” entrare sempre più a contatto con se stessi e imparare osservando la Natura Maestra.

Con il percorso olistico “Io Sono, Io Voglio, Io Posso” presso lo studio Olis di Borgo Valsugana si agisce anche per far ritrovare il giusto equilibrio tra il maschile e femminile così da trovare il proprio Ben-Essere!

Grazie del vostro interesse e buon maggio!

11 visualizzazioni

OLIS - BORGO VALSUGANA (TN), V. HIPPOLITI 11 - Tel. 0461 752 087 - Cell. 340 80 35 400 – olis,licia@gmail.com

​© OLIS – Powered by Media Press Team